...più Piano 2017

10° FESTIVAL PIÙ PIANO

“oltre il confine”


Trentino Alto Adige, dall’11 luglio al 9 ottobre 2017
organizzazione: Associazione Culturale Chaminade di Trento
direzione artistica: Monique Cìola

PRESENTAZIONE


Oltre il confine. È questo il sottotitolo del Festival Più Piano 2017, questa è la visione che accompagna l’edizione numero 10. Cifra tonda quest’estate, che racconta di una manifestazione cresciuta anno dopo anno per costruire una consuetudine, un circuito di concerti attraverso il Trentino Alto-Adige. Questo è il filo rosso che abbiamo cercato sin dal 2008, capace di tessere una trama dell’identità del nostro territorio, promotore di cultura e di arte. Questo stesso è il progetto che accompagna il festival nel suo presente e nel suo futuro.

Si ripresenta, dunque, il Festival Più Piano nella sua primigenia natura, ossia con un calendario di appuntamenti musicali il cui ospite fisso è il pianoforte, in recital solistici o in concerti di musica da camera. Ritorna un appuntamento in cui la musica dialoga con un’altra arte, e lo fa quest’anno con la parola ispirata di racconti brevi.

Proseguono le collaborazioni con alcune sale storiche che ci ospitano da anni (Palazzo della Magnifica Comunità a Cavalese, Palazzo dei Panni ad Arco, Salone delle Feste al Palace Hotel di Roncegno, Sala Bösendorfer a Caldaro, Teatro di Dimaro, Palazzo Calepini a Trento, Sala Congressi Pinè 1000 a Baselga di Pinè) e se ne aprono di nuove (Sala Nobile di Palazzo Libera a Villa Lagarina, Sala degli Specchi presso il Centro Culturale Grand Hotel di Dobbiaco, e le Chiese di San Vigilio a Pinzolo e di San Giovanni Battista a Flavon, impreziosite dagli affreschi di Baschenis).

Ma la 10° edizione ci consegna anche lo stimolo di guardare oltre la siepe di leopardiana memoria, di oltrepassare quel muro della crisi economica che ancora oggi ci oppone evidenti difficoltà nel trovare risorse. Vogliamo superare i confini - territoriali, temporali, emotivi – e guardare oltre.

Questa spinta ci porta a valicare il recinto della musica classica e ad ospitare in stagione una band di giovani che respirano il blues e il rockabilly; superiamo anche lo stesso pianoforte per allargarci alla famiglia delle tastiere, portando nel festival l’organo per un concerto che assieme alle voci omaggia il grande Monteverdi, nel 450° anniversario della nascita. Gli strumenti che incontreranno il pianoforte quest’anno sono il **flauto, il violino, l’oboe, il clarinetto, il fagotto, il corno, la fisarmonica, la tromba.

I confini che vogliamo oltrepassare sono anche quelli di genere, quelle gabbie silenziose che hanno tenuto e tengono ancora oggi le donne compositrici al di fuori delle stagioni concertistiche. Nella maggioranza degli appuntamenti in calendario troverete in programma un’autrice che ha contribuito a scrivere la storia della musica, di ieri (Francesca Danzi Lebrun, Fanny Mendelssohn Hensel, Clara Wiek Schumann, Cècile Chaminade) e di oggi (Letizia Michielon, Colette Mourey, Adriana Isabel Figueroa Mañas). Alle compositrici contemporanee sono dedicati cinque concerti: in uno si esibirà la pianista-compositrice veneziana Michielon, che si farà interprete lei stessa di una sua opera, mentre negli altri quattro è stato creato uno progetto speciale, grazie alla Fondazione Donne in Musica attraverso una chiamata internazionale, che porterà all’esecuzione di due brani nuovi in una serie di concerti in Trentino e in Lombardia.

“Frontiere_Grenzen” è, inoltre, il titolo del Premio Letterario che entra nel Festival Più Piano con due serate particolari, dove la musica si alternerà alla lettura dei racconti vincitori delle passate edizione.

Gli artisti coinvolti nel decennale sono una trentina e provengono da tutta Italia e dall’estero, nell’intento di valorizzare talenti locali mettendoli a confronto con musicisti di livello del territorio nazionale e oltre, per un ennesimo superamento di confini, qui intesi in senso geografico e anche anagrafico, in una fertile dialettica tra talenti emergenti ed artisti affermati.

Prosegue, in questo senso, la collaborazione con i due Conservatori di Musica della regione - il "Bonporti" di Trento e il "Monteverdi" di Bolzano - aprendo ai loro studenti il palcoscenico del Festival. La stessa visibilità viene offerta, anche in questa edizione, al vincitore del **Premio Melini, il concorso pianistico internazionale che si terrà per il terzo anno consecutivo a Baselga di Pinè (Trento) alla fine del mese di luglio. Il Festival Più Piano si conferma, dunque, un'occasione importante per la carriera di giovani talenti.

Punto di forza del 10° Festival Più Piano è la collaborazione e il volontariato, due parole chiave sulle quali è stato costruito il calendario dell’edizione 2017. L’ente organizzatore del festival – l’Associazione Culturale Chaminade – ha stretto accordi con numerose realtà partner del Trentino e di altre regioni italiane, grazie alle quali è stato possibile distribuire i costi e quindi contenerli. Senza questa preziosa risorsa, difficilmente avremmo festeggiato la 10° edizione.

Le località dell’edizione 2017 sono le seguenti: Arco (Alto Garda), Baselga di Pinè (Altopiano Pinè Cembra), Cavalese (Val di Fiemme), Dimaro (Val di Sole), Flavon (Val di Non), Pinzolo (Val Rendena), Roncegno (Valsugana), Trento (Valle dell’Adige), Villa Lagarina (Vallagarina) in provincia di Trento; Caldaro/Kaltern e Dobbiaco/Toblach in provincia di Bolzano.

Il nostro sentito ringraziamento va alla Fondazione Caritro – Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, che ogni anno crede nella nostra attività culturale e ci sostiene con un contributo significativo.

Grazie a tutti coloro che hanno collaborato con noi rendendo possibile questa edizione: Fondazione "Donne in Musica" di Fiuggi (FR), Festival "Suoni in Estate" di Cene (BG), Musica Ricercata Onlus (Firenze), Festival "Pinè Musica" di Baselga di Pinè (TN), Associazione Distratta Musa di Trento, Premio letterario “Frontiere_Grenzen” di Fiera di Primiero (TN), Associazione La Bottega dell’Arte di Primiero (TN), Associazione Forum Musik Kaltern di Caldaro (BZ), Comune di Villa Lagarina (TN), Comune di Dimaro (TN), Biblioteca di Pinzolo (TN), Palace Hotel di Roncegno (TN), APT Fiemme (TN).


Monique Cìola, direttrice artistica

In collaborazione e/o con il contributo di:

BIM AdigeFondazione CaritroCaomune di Arco Comune di PinzoloComune VillaLagarinaAssociazione Distratta MusaDonne in MusicaFiemme Vallevvivatitolo Frontiere - GrenzenMusica RicercataPremio Roberto MeliniQuintetto OrobieSuoni in Estate